Variatori di tensione alternata autotrasformatori a rapporto variabile

I variatori di tensione alternata sono degli autotrasformatori avvolti su nucleo magnetico toroidale, con rapporto costantemente variabile, tale da consentire una variazione ed una regolazione della tensione di uscita estremamente fini. Essi sostituiscono vantaggiosamente ed economicamente reostati, trasformatori e autotrasformatori a prese multiple. Grazie alle sue caratteristiche e versatilita di utilizzo, i variatori di tensione possono essere utilizzati una gamma di frequenze in alternata che vanno da 50 a 400 Hz. aumentando di conseguenza la loro potenza effettiva. (Es. MI 150 VA: 50 Hz. 150 VA - 400 Hz. 500 VA)

CARATTERISTICHE PRINCIPALI:

  • variazione della tensione di uscita a zero a valore nominale della tensione di alimentazione sotto carico e senza interruzione del circuito;
  • variazione della tensione di uscita da zero a valori superiore a quelli di alimentazione (tipi in salita);
  • dispersione di flusso praticamente nulla;
  • massima sicurezza di utilizzo data dall'alta qualita dei materiali impiegati e dal minuzioso controllo di ogni pezzo testati mediante sovraccarico prolungato e con prove di isolamento dielettrico a 2500 VA.
I variatori Ci-Effe-Gi sono di dimensione contenute in quanto vengono costruiti mediante l'impiego di nuclei toroidali avvolti con nastro a grani orientati di particolare qualità e pregio. L'avvolgimento in filo di rame isolato e disposto in solo strato sul nucleo e bloccato perfettamente con I'esclusivo sistema "LITOBLOK" che consente tuttavia una completa aerazione di gran parte dell'avvolgimento riducendo cosi il riscaldamento in esercizio. Data la bassa resistenza dell'avvolgimento, le variazioni, da vuoto a pieno carico della tensione erogata, sono minime.

TIPI DI VARIATORI

Sono realizzati in esecuzione da retroquadro ( a giorno o protetti ) e da tavolo, Per i modelli a giorno con potenza fino a 1500VA il collegamento avviene mediante faston mentre per i modelli di potenza superiore avviene tramite poli in acciaio.
Per i modelli da tavolo l'alimentazione avviene tramite cavo con relativa spina, mentre l'uscita con boccole isolate in vetroresina antidito ( a norme CEE ).

ELEVATORI DI TENSIONE

Un variatore di tensione vede diminuita la sua potenza tanto quanto piu alta e la differenza tra la tensione di alimentazione e quella massima di uscita.
Per verificare l'esatta corrente di utilizzo ( Au ) e opportuno effettuare il seguente calcolo:
Esempio: 3300 VA - V ing, 220V - V usc. 0 - : 260V